29 ottobre 2010

Frutta Martorana e commemorazione dei defunti


La "festa dei morti" in Sicilia è una ricorrenza molto sentita, risalente al X secolo viene celebrata il 2 novembre, per commemorare i defunti. Si narra che anticamente nella notte tra l'1 ed il 2 novembre i defunti visitassero i cari ancora in vita portando ai bambini dei doni. Oggi questi doni vengono acquistati dai genitori e dai parenti nelle tradizionali "fiere", che si svolgono in molte parti della Sicilia. Qui vi si trovano bancarelle di giocattoli e oggetti vari da donare ai bambini. Questi ultimi vengono poi nascosti in casa e trovati dai bambini, al mattino presto, con una sorta di caccia al tesoro. Oltre a giocattoli di ogni sorta, esiste l'usanza di regalare scarpe nuove talvolta piene di dolcetti, come i particolari biscotti chiamati "crozzi 'i mottu", ossa di morto e la frutta secca, biscotti e cioccolatini, la frutta di martorana e i pupi di zucchero, generalmente accompagnati da 'u cannistru', un cesto ricolmo di frutta secca. In alcune parti della sicilia viene preparata la muffoletta, "cunzata" la mattina del 2 Novembre, con olio sale pepe e origano.

INGREDIENTI: Farina di mandorle, Zucchero a velo, Glucosio, Aroma di mandorle, Vaniglia, Acqua, Coloranti alimentari, Alcool puro (oppure gin o vodka)

Miscelare in un piano da lavoro la farina di mandorle, zucchero a velo, vanillina e l'aroma di mandorle.Impastare per pochi minuti con le mani aggiungendo poca acqua, finché non risulta un impasto liscio e omogeneo.Non bisogna maneggiarlo troppo perché si otterrebbe un impasto oleoso. A questo punto la pasta reale è pronta per essere modellata a forma di frutta, ortaggi e qualsiasi altro soggetto nato dalla creatività individuale. Dopo aver imbrattato le mani con zucchero a velo formare delle palline con il composto, che poi, verranno pressate dentro le formine di gesso, che precedentemente vanno spennellate con lo zucchero a velo per evitare che la pasta di mandorle vi si attacchi all'interno. Togliere con un pennello le tracce di zucchero e lasciarle a riposare per un giorno. Per colorare la frutta martorana, bisogna bagnare un pennellino in una soluzione di acqua e alcool alimentare in parti uguali e passarlo sul colorante alimentare in polvere, fino a scioglierlo. Colorare la frutta martorana e lasciarla riposare almeno un giorno.